Venezia, previsto restauro sede Mostra Cinema

«Si chiude il “buco del Lido”: un risultato straordinario visti i contenziosi e i contratti ereditati»: così il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha parlato oggi delle novità che riguardano il Palazzo del cinema del Lido di Venezia. A partire proprio dalla copertura della voragine ancora esistente, dove doveva sorgere l’ormai tramontata nuova sede della Mostra. Per realizzare questo primo step, che Brugnaro conta di ultimare prima della prossima edizione della kermesse cinematografica, l’amministrazione comunale ha stipulato un accordo transattivo per 2 milioni 800 mila euro per la rinuncia alle azioni legali avviate da Sacaim contro il Comune davanti al tribunale civile di Roma e al Tar del Veneto.

Nel contempo il sindaco conta di avviare già da fine marzo le opere che daranno un nuovo volto al “vecchio” Palazzo del Cinema, per un importo che sfiora i 13 milioni di euro. Il progetto prevede la creazione di una sorta di “piazza” rialzata di una quarantina di centimetri pedonale ma carrabile, la ricostruzione della scalinata monumentale in travertino che avrà due rampe laterali per consentire ai muletti di arrivare direttamente al primo piano, una fontana con getti d’acqua colorati e il recupero della pineta esistente. Il Comune conta di realizzare il progetto complessivo in 400 giorni con un costo complessivo di 18 milioni 600 mila euro.