Financial Times versus Iorio&Carrus

Il Financial Times paragona le Popolari venete alle banche greche, scrivendo che Veneto Banca e BpVi saranno costrette a piazzare azioni scontate sui mercati finanziari per raggiungere l’aumento di capitale previsto dai piani industriali. Il quotidiano economico inglese cita una fonte anonima ben informata sulle vicende delle Popolari e sostiene anche che il viaggio negli Usa programmato dal direttore generale di BpVi Francesco Iorio sia collegato al progetto di vendita di azioni “in stile greco”, cioè scontate.

«Nulla accomuna Veneto Banca – ha nel frattempo dichiarato l’ad dell’istituto di Montebelluna Cristiano Carrus sul Corriere del Veneto – ai quattro istituti bancari oggetto del provvedimento governativo tristemente noto come “Salva banche”. In quel caso si trattava di banche da tempo commissariate, con una situazione patrimoniale e reddituale ampiamente compromessa. Veneto Banca non rischia il commissariamento. Il patrimonio è stato in grado di assorbire le perdite degli scorsi anni». «Veneto Banca è la prima tra le popolari non quotate ad avere affrontato il non facile passaggio da Società cooperativa a Società per azioni – aggiunge Carrus – e lo ha fatto raccogliendo la sostanziale unanimità del consenso dei soci»