Confindustria, vertice presidenti: Triveneto unito

I delegati delle tre regioni trivenete di Confindustria esprimeranno il loro voto in modo compatto in occasione della prossima elezione del presidente nazionale dell’associazione industriale, prevista per il 17 marzo. Lo hanno dichiarato oggi congiuntamente i presidenti di Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige, nell’ordine Roberto Zuccato (foto), Giuseppe Bono e Stefan Pan, al termine di un confronto a porte chiuse al quale hanno anche partecipato i vertici delle associazioni territoriali provinciali. Rispetto alla possibilità che possa essere avanzata la candidatura di un esponente del Triveneto, i tre presidenti hanno evidenziato come le regioni, potendo contare su 33 voti sui 196 del consiglio nazionale, abbiano «la possibilità di incidere» sulla scelta di un nome che corrisponda all’identikit definito, aggiungendo che la provenienza «è relativamente importante».

Il profilo ideale espresso è quello di un candidato con capacità di «imprenditore manifatturiero, internazionalizzato, che sappia comunicare, che abbia la forza di fare squadra e formulare un programma, che sappia ascoltare e trasferire in ambito centrale ciò che viene dalla base». Il prossimo passaggio nel percorso di successione a Giorgio Squinzi è, il prossimo 28 gennaio, la nomina della commissione elettiva (i “tre saggi”) incaricati di ricevere le candidature, in seguito alla riforma “Pesenti” oggi espresse in autonomia dai singoli interessati, e di valutarne i requisiti.

Tags: