Tav Padova, Rfi: meglio l’attuale stazione

«Sarà potenziata la stazione attuale, così come previsto dal nostro piano investimenti. Abbiamo avuto modo di analizzare lo studio di pre-fattibilità ma in questo momento la scelta rimane quella di investire sull’attuale stazione». Così sul Mattino la società Rete ferroviaria italiana (Rfi) frena gli entusiasmi di Comune, Camera di commercio, Regione e Confindustria sulla realizzazione a San Lazzaro a Padova di una seconda stazione cittadina per i treni ad alta velocità (Frecce Trenitalia, Italo Ntv e metrò regionale di superficie).

Lo studio di pre-fattibilità è pronto, ma l’area ipotizzata per la nuova stazione si sovrappone a quella presa in considerazione per il nuovo ospedale. Tutto congela to insomma finchè non si verificarà la compatibilità dei due progetti. «La pre-fattibilità è stata analizzata ma in questo momento la scelta rimane quella di investire sulla stazione esistente», ribadiscono da Rfi.