Venezia come Colonia? Procuratore: «Brugnaro allarmista»

«I fatti sono completamente diversi. In Germania è stato registrato un episodio di massa, a Mestre, se le dichiarazioni delle due ragazze risulteranno confermate, si tratta di episodi singoli». Così sulla Nuova Venezia il procuratore aggiunto di Venezia Adelchi D’Ippolito getta acqua sul fuoco dopo la denuncia lanciata nel corso della trasmissione di Rete 4 “Quinta Colonna”da due giovani ragazze residenti a Mestre che hanno raccontato di essere state molestate e palpeggiate da stranieri nei pressi della stazione ferroviaria.

«Ora vogliono togliere il reato di clandestinità perché non funziona – attacca il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro (foto) – ma se non facciamo rispettare le regole, beh è chiaro che non funzionano (…) Chi non si integra a casa, via. Abbiamo un problema di tenuta democratica. È il non fare, il non prendere certe decisioni, che poi dà la stura agli esagitati». «Bisogna evitare facili allarmismi (…) le forze dell’ordine hanno il pieno controllo del territorio e non c’è parte della provincia che sia in mano a bande criminali», ha replicato il procuratore aggiunto che ha annunciato l’avvio di un’indagine per verificare i fatti denunciati dalle due giovani donne.

Tags: ,