Confindustria, Nordest: presidente dal manifatturiero

«Dovrà essere un imprenditore internazionalizzato, che sappia comunicare, che abbia la forza di creare un programma e una squadra, ma soprattutto che provenga dalla manifattura». È questo l’identikit del prossimo presidente di Confindustria secondo i presidenti delle sezioni territoriali del Triveneto riuniti ieri a Mogliano Veneto  per parlare della successione di Giorgio Squinzi.

«Auspichiamo un imprenditore manifatturiero, settore dal quale l’Italia non può prescindere – ha detto al Sole 24 Ore Roberto Zuccato, presidente di Confindustria Veneto -, che sappia capire ciò che arriva dai territori, interpretando le esigenze per poi trasformarle in leggi e regole nuove (…) Che sia metalmeccanico o meno non è dirimente, purché sia della manifattura. In ogni caso, il Nordest – ha continuato – è un territorio in grado di definire quale sia il presidente giusto, di aiutare a identificare lui e la squadra». Per raggiungere questo obbiettivo le Confindustrie di Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia hanno fatto sapere che faranno confluire i loro voti su un solo candidato durante le elezioni del 17 marzo.

Tags: