Treviso, boom di “giovani contadini”

Complici gli incentivi economici per chi decide di aprire un’attività nel comparto agricolo, oltre 150 giovani trevigiani si sono presentati nella sede di Coldiretti Treviso per seguire la presentazione dei nuovi bandi del “Piano di sviluppo rurale 2020”. Gli incentivi per i giovani tra 18 e 40 anni che intendono insediarsi in agricoltura possono arrivare ad offrire fino a 70.000 euro a fondo perduto per iniziare l’attività, oltre a un contributo a fondo perduto sugli investimenti aziendali che può arrivare sino al 60%.

«Una risposta alla crescente domanda di agricoltura da parte dei giovani che, secondo un sondaggio Coldiretti/Ixe, nel 57 per cento dei casi oggi preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare in una multinazionale (18 per cento) o fare l’impiegato in banca (18 per cento)- spiega sulla Tribuna Antonio Maria Ciri, direttore di Coldiretti Treviso – Ma anche un sostegno alla competitività dell’agricoltura poiché le aziende agricole condotte dai giovani possiedono una superficie superiore di oltre il 54% alla media, un fatturato più elevato del 75% e il 50% di occupati per azienda in più».

Tags: ,