Mafia Brenta, minacce a Maniero sul web

Scoppia la polemica sulla giornata dedicata alla storia della mafia del Brenta organizzata a margine della mostra dei Serial Killer a Jesolo“Mafia del Brenta: una storia di amicizia e morte” è il nome dell’evento programmato per sabato 30 gennaio alle 16 nella sala congressi del Pala Arrex. Nei giorni scorsi sulla pagina Facebook del convegno sono piovuti messaggi molto minacciosi rivolti al boss malavitoso Felice Maniero che ora vive sotto nuova identità come collaboratore di giustizia: «infame, dovevano uccidere te, non tua figlia», «Fortunato che non sei stato in cella con me, infame senza onore, ti avrei mangiato».

«Per questi toni molto minacciosi – commenta sulla Nuova Venezia il patron della mostra Mauro Rigoni – ci siamo visti costretti a estendere il divieto di introdurre armi già vigente all’ingresso Pala Arrex. Non escludiamo controlli all’ingresso del convegno col metal detector». All’incontro interverranno: Ugo Dinello, redattore del quotidiano “La Nuova di Venezia e Mestre”; Cinzia Tani, giornalista e scrittrice; Antonio Palmosi, ex capo della Squadra Mobile veneziana; Monica Zornetta, scrittrice e giornalista. Modera Fabio Sanvitale, giornalista investigativo e scrittore.

Tags: ,