BpVi, 6 incontri con gli azionisti

«Il nostro primo obiettivo è la trasparenza». Torna ad affermarlo Stefano Dolcetta, il presidente della Banca Popolare di Vicenza, proiettato verso la quotazione in Borsa. E quindi attentissimo alle comunicazioni considerate ormai “price sensitive”, in grado cioè di incidere sul prezzo al quale saranno vendute le azioni di BpVi nei mercati finanziari. Attenzione alla trasparenza, quindi, «specie in queste settimane importanti che precedono l’assemblea straordinaria di trasformazione in spa – spiega Dolcetta al Giornale di Vicenza – a questo proposito abbiamo già stilato un programma di incontri ad hoc aperti a tutti i soci dove io e l’amministratore delegato, Francesco Iorio, spiegheremo i dettagli del piano rispondendo a tutte le domande».

E sono infatti in preparazione le sei “pre-assemblee” dedicate ai soci prima dell’assemblea straordinaria, sotto la supervisione del responsabile della comunicazione della Popolare berica Giampiero Bellotto: lunedì 8 febbraio a Vicenza, poi a Udine, Treviso, Prato. E sono già in programma altri quattro incontri con le categorie e con i comitati degli azionisti del Vicentino e del Friuli Venezia Giulia, in coordinamento con la governatrice Debora Serracchiani. «Saranno occasioni importanti – conclude Dolcetta – per dare a tutti le informazioni più puntuali sul nostro programma di sviluppo».