Bassano, corsa alle armi: +76% licenze

Secondo le statistiche della polizia nella città di Bassano è in corso una vera e propria corsa alle armi: i cittadini richiedono sempre più licenze, nonostante sia i furti che gli altri reati siano calati negli ultimi anni. «Siamo preoccupati – è la dichiarazione di David De Leo, dirigente del commissariato di Bassano, al Giornale di Vicenza – anche se va precisato che le licenze vengono rilasciate solo a chi è idoneo, c’è comunque stata un’impennata delle richieste e ora le armi in mano ai cittadini sono davvero tante».

Nel Bassanese i furti sono diminuiti del 25 per cento negli ultimi tre anni, in città addirittura del 35%. «Questo risultato – ha spiegato De Leo – è merito dell’enorme sforzo fatto sul fronte della prevenzione, sia in termini qualitativi che quantitativi. Nel controllo del territorio, abbiamo privilegiato le zone più sensibili e questo ha migliorato la situazione». Al contrario, le richieste per le licenze di porto d’armi sono aumentate: in tre anni le licenze di porto di fucile sono raddoppiate, mentre le licenze distribuite nell’ultimo anno sono addirittura il 76 per cento in più del periodo precedente. Si tratta di 1064 nuove licenze, tra caccia e uso sportivo, nel solo 2015.