Popolari, fondo legale da 300 mila euro per risparmiatori

Un fondo di 300 mila euro sarà stanziato dalla giunta regionale per assistere sul piano legale i piccoli risparmiatori danneggiati dalla crisi di Veneto Banca e della Banca Popolare di Vicenza. Lo ha annunciato ieri il governatore Luca Zaia durante la seduta straordinaria del Consiglio dedicata proprio alle popolari venete.

La Regione «non prenderà in giro la gente promettendo risarcimenti impossibili ai risparmiatori danneggiati – ha detto Zaia al Mattino -. Utilizzerà appieno le armi a sua disposizione: Veneto Sviluppo, che ha una leva di 1,5 miliardi sul piano delle garanzie ai fidi delle imprese in difficoltà; il fondo di sostegno legale a chi non può permettersi un avvocato o un consulente; e questa commissione, che dovrà ascoltare tutte le parti coinvolte, analizzare le informazioni raccolte e, se emergeranno responsabilità, segnalarle alla Procura». D’accordo il Pd: «gli istituti hanno il dovere di risarcire immediatamente le persone in gravi difficoltà perché la responsabilità di questa crisi ricade al 100% sul sistema bancario», ha detto la capogruppo dem Alessandra Moretti.