Tav Verona, linea storica allarma S. Michele

Legambiente ha presentato ai cittadini del quartiere di San Michele a Verona, un documento con una quindicina di osservazioni sull’impatto che avrebbe sulle abitazioni confinanti alla ferrovia, lo spostamento verso nord della linea storica.  Il problema riguarda in particolare l’ultima parte di via Salieri in cui verrebbero costruite le barriere anti rumore a due passi dai giardini privati dei residenti. A preoccupare sono anche le forti vibrazioni che sarebbero causate dall’avvicinamento della linea alle case.

Tra le soluzioni Legambiente propone il mantenimento a 115 chilometri orari della velocità fino alla fine di via Serenelli che permetterebbe di evitare la variante della linea storica con il conseguente avvicinamento alle case per oltre sette metri, la riduzione delle aree da espropriare di circa 22 mila metri quadrati e l’abbattimento delle barriere antirumore da poco installate. Per maggiori informazioni Legambiente organizza per giovedì sera alle 20.30, nella sala consiliare di piazza del Popolo a San Michele, una nuova assemblea pubblica.