“#Escile”: sexy-sfida tra gli atenei italiani

L’hashtag “escile” ormai non è più una novità e l’invito alle ragazze a mostrare il seno sui social, da tormentone è diventato un vero e proprio modo di dire. C’è però chi è voluto andare oltre e ha deciso di utilizzare questo hashtag per promuovere la propria università, dando il via a una specie di battaglia a colpi di décolleté. Un invito accolto da numerose studentesse che hanno inondato di fotografie le pagine “spotted” di Facebook – le bacheche solitamente utilizzate dagli studenti per scrivere in totale anonimato – di alcune famose università milanesi.

escile_uni

Naturalmente, visto il successo scaturito dalle foto provocanti, hanno voluto aggregarsi anche altre università di tutta Italia. I primi colpi se li sono tirati il Politecnico di Milano e la Bocconi. All’immagine di una ragazza in t-shirt bianca, con la scritta “Polimi” alcune colleghe bocconiane hanno risposto in reggiseno e con il nome della loro università scritto sulla pelle. Come era prevedibile a foto si sono aggiunte foto: prima raffiguranti seni, poi i lati b, tutti rigorosamente contrassegnati dall’hashtag e il nome dell’ateneo scritti a pennarello. Potevano essere da meno le altre universitarie d’Italia? Certo che no, soprattutto nell’era dei social. E così alle studentesse milanesi si sono accodate quelle della Cattolica, della Luiss e poi delle università Modena, Reggio e Udine.

Fonte

Tags: