Distretti Vicenza, meccanica batte concia

Ottime performance per il distretto della meccanica strumentale di Vicenza. Il settore che si occupa della produzione di macchine utensili, tessili e agricole, ha superato in termini di crescita percentuale il fiore all’occhiello dell’industria berica: la concia. I dati sono quelli del Monitor dei distretti industriali del Triveneto aggiornato al terzo trimestre 2015 e a cura della direzione studi e ricerche di Intesa SanPaolo.

La meccanica strumentale è infatti passata ad un valore della produzione proiettata sui mercati esteri di 364,5 milioni nel terzo trimestre 2015, segnando una crescita di quasi +32%. La concia totalizza una crescita del +20,5% nel terzo trimestre 2015, sfiorando i 500 milioni di valore esportato. La meccanica strumentale vicentina si guadagna così un posto tra i primi 20 distretti italiani per crescita delle esportazioni in valore assoluto. Vanno male invece il tessile (-3,7%) e l’oreficieria (-10,7%). Nel complesso la crescita dei distretti veneti è raggiunge il +5,4% (+276 milioni di euro), pari al 35% della crescita complessiva dei distretti industriali italiani.