Venezia, teatro “La Fenice”: archivio storico online

La storia de “La Fenice” di Venezia va in rete, a uso di smartphone e tablet. Con gli strumenti del contemporaneo, il teatro lirico veneziano, inaugurato il 16 maggio 1792 e rinato com’era e dov’era dal rogo del 29 gennaio 1996, permettere a studiosi, melomani e curiosi di entrare nel cuore delle sue vicende e dei suoi protagonisti. Una scelta, rivolta anche ai giovani che sono sempre connessi alla rete ma poco conoscono dell’opera lirica, che passa attraverso un rinnovo totale del sito dedicato all’archivio storico. Dal prossimo febbraio, quando il nuovo sistema informativo dell’archivio sarà operativo, sarà possibile ancor più viaggiare in rete alla scoperta di quella massa di documenti che – come rileva Franco Rossi – fin dal 1789, tre anni prima della stessa inaugurazione della Fenice, testimonia con «assoluta precisione» ogni passo di un teatro che, a solo titolo di esempio, ha visto commissionare a Giuseppe Verdi cinque opere: Ernani, Attila, Rigoletto, Traviata e Simon Boccanegra.

L’archivio online della Fenice vanta 28.102 rappresentazioni (opere, concerti, conferenze) memorizzate in sistema, oltre 100 mila immagini e 443.323 ruoli primari e secondari (i protagonisti nei vari eventi). Una memoria digitale in continua evoluzione a cui si aggiunge la donazione fatta da Virgilio Boccardi dell’archivio audio delle interviste da lui fatte per la Rai ai grandi protagonisti della musica e della cultura: da Grace Kelly a Herbert von Karajan, Ingrid Bergman, Giuseppe Sinopoli, Arthur Rubistein.

Tags: ,