Valdastico Nord, M5S: «Lega padrona»

«Zaia e Lega premono ogni giorno per la realizzazione dell’autostrada Valdastico Nord ma il loro vero obiettivo è di far ottenere ai privati che gestiscono l’A4 Padova-Brescia la proroga della concessione miliardaria, senza gara pubblica». Lo dicono al Mattino il senatore veneto del Movimento 5 Stelle, Enrico Cappelletti (in foto) e Manuel Brusco, consigliere regionale M5S.

«Sappiamo che se verrà concessa la proroga, quegli stessi privati venderanno la società concessionaria nell’immediatezza agli spagnoli, incassando 1 miliardo e 200 milioni di euro. Ma a fronte di cosa? Cosa avrebbero fatto per guadagnarselo? Perché non viene fatta una gara pubblica con la messa a gara della concezione? – chiedono i pentastellati-, l’unico merito dei privati è quello di aver lasciato “gestire” la società autostrade Padova-Brescia e la concessionaria A4 holding ad esponenti di area leghista. Ma guarda la coincidenza. Noi, su questo ennesimo caso di sperpero di miliardi di euro, abbiamo depositato un esposto alla Corte dei Conti e adeso la magistratura farà il suo corso. Tutti devono essere informati. Perché con la Valdastrico Nord, ancora una volta, vengono distorte enormi ricchezze, dalle tasche dei cittadini, a quelle di pochi amici degli amici».