Veneto Sviluppo, Berti (M5S): curriculum già pubblicati

«Come sempre – spiega Jacopo Berti, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Consiglio regionale – i leghisti si dimostrano falsi come Salvini, ma d’altronde alla Lega non rimangono che le menzogne per attaccarci. Fanno parte anche loro del sistema che vuole fermare la nostra battaglia di trasparenza, ma anche stavolta sono riusciti a farsi un autogol. Per non parlare del Partito Democratico, che di autogol se n’è fatti addirittura due». Jacopo Berti replica così al capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Nicola Finco, che aveva attaccato il gruppo M5S del Veneto sul caso delle nomine del cda di Veneto Sviluppo invitando il M5S a rendere pubblici i nomi dei candidati e i rispettivi curriculum.

«I curriculum dei nostri candidati sono sempre stati pubblici, a Finco bastava informarsi prima di parlare. Eccoli comunque – risponde Berti – i curriculum sono a disposizione, noi abbiamo cercato gente capace e non abbiamo selezionato per tessera di partito i curriculum che ci sono arrivati. Li abbiamo semplicemente messi nelle mani della commissione, che li ha valutati. Per noi la trasparenza è un gesto naturale, istintivo. Vedremo se la Lega, che ama invece i vetri oscurati delle stanze del potere, sarà così coerente e renderà noti gli stessi documenti». Il capogruppo del Movimento 5 Stelle poi continua: «Del Partito democratico non serve dire molto se non che hanno nominato due persone legate alla misteriosa fondazione Kairos, quella che ha supportato la milionaria campagna elettorale della Moretti. E ora lo stesso partito bacchetta la sua candidata alle regionali per questa scelta. Quasi mi dispiace infierire su di un partito in queste condizioni, ma sono senza vergogna».