Lusso, Damiani compra 60% Venini

La famiglia Damiani, proprietaria dell’omonimo gruppo della gioielleria, è entrata nel capitale di Venini Holding, la società che controlla la storica vetreria artistica di Murano, acquisendo dalle famiglie Chimento e Tabacchi il 60% delle quote azionarie. Venini, che aveva respinto in passato tentativi di acquisto da parte di investitori americani, russie cinesi, ha scelto quindi di puntare tutto sul Made in Italy chiudendo la trattativa con Damiani.

L’acquisizione da parte del gruppo Damiani (quotata in Borsa, 150 milioni di fatturato, sei aziende di proprietà e una rete retail radicata in tutto il mondo) offre all’azienda di Murano, da anni in affanno, garanzie finanziarie e nuove prospettive di sviluppo specie nel settore del lusso e nei mercati esteri. Le due aziende sono «affini per valori, tradizione e per tipologia di clienti a cui si rivolgono – spiega il presidente del gruppo Damiani, Guido Damiani, al Sole 24 Ore – In dieci anni dobbiamo almeno triplicare i ricavi. E quindi sul medio termine dovrà aumentare anche l’occupazione».

Tags: