Legambiente: Vr-Ro peggiore tratta del Veneto

È la Verona-Rovigo la ferrovia peggiore del Veneto. A decretarlo è Legambiente che ieri ha presentato il rapporto Pendolaria 2015 in diverse città italiane stilando un decalogo delle stazioni da evitare. Sui 95 chilometri una settantina circa sono a binario unico e 18 senza fili elettrici. Inoltre le fermate sono prive di servizi, dalle biglietterie alle toilette. Stando ai dati raccolti dagli ambientalisti, il Veneto è tra le regioni che investe meno sulle sue ferrovie (0,11% del bilancio regionale), con Sicilia, Calabria e Puglia. Inoltre nel quinquennio 2010 – 2015 gli investimenti regionali nelle ferrovie locali sono calati dello 0,6% mentre le tariffe dei biglietti sono aumentate del 15%.

«Non ci sono servizi di nessun tipo: nessuna biglietteria, eccetto due automatiche a Legnago e ad Isola della Scala. Spesso le obliteratrici non funzionano: attualmente è fuori uso quella di Cerea. In alcuni casi manca addirittura un riparo per la pioggia, come a Buttapietra, Villabartolomea e Castagnaro. Le toilette ci sono solo a Legnago e non c’è nessuna assistenza per i disabili», denuncia Legambiente. Bovolone è invece «chiusa, piena di rifiuti, in una condizione disastrosa». E le carrozze? «Risalgono agli anni ’70 – si legge nella nota riportata dal Corriere del Veneto – e nessuno dei treni permette di caricare biciclette».

Tags: , ,