Macroregione alpina, Lega: servirà a fermare i migranti

Il tema è quello della Macroregione alpina d’Europa, un’area di 400 mila chilometri quadrati distribuiti in sette Paesi con un totale di circa 70 milioni di abitanti, che sarà “battezzata” lunedì e martedì a Brdo, in Slovenia. L’obiettivo dichiarato, per i governatori leghisti riuniti ieri a Longarone, quello di frenare i flussi migratori. «Servirà per scassare quest’Europa degli Stati e per andare di corsa verso l’Europa delle Regioni e dei popoli, finalmente affrancata dagli euroburocrati», ha detto il presidente della Lombardia Roberto Maroni ieri a Longarone col collega veneto Luca Zaia.

L’obiettivo, per i due governatori, è di «avere l’autorità di chiudere le frontiere ai profughi, come Roma non sta facendo». Al Mattino Maroni parla di «mezzo per interloquire con Bruxelles e quindi con l’Europa senza passare da Roma». «Una Macroregione – conclude – per fare anche politica estera, oltre che per attrarre fondi europei per lo sviluppo sostenibile, dalle infrastrutture (il treno delle Dolomiti, ad esempio) all’economia sostenibile».

Tags: ,

Leggi anche questo