Veneto Banca e BpVi, il “nodo” dei bond

Pessimi segnali dal mercato delle obbligazioni per le due popolari venete, prossime alla trasformazione in spa e alla quotazione in Borsa. Quotazione che potrebbe dunque costringere i due istituti a offrire forti sconti per attirare nuovi investitori. Secondo quanto riportato da L’Arena Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca hanno visto le proprie obbligazioni subire una flessione, più significativa per l’istituto di Montebelluna il cui titolo ha subito un vero e proprio tracollo dal prezzo di 92,99 (con rimborso a scadenza fissato a 100) dell’11 gennaio a quello di 72 registrato giovedì scorso. Un po’ meglio per la Popolare di Vicenza, che a inizio mese quotava 103, per poi scendere al minimo di 91,8 ma riassestandosi poi a 100,78 nella giornata di ieri.