Triveneto regno del ciclismo (dopo Val d’Aosta)

Il Triveneto è il regno incontrastato dei ciclisti. Dopo la Valle D’Aosta, Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia sono ai primi posti in Italia per numero di società sportive ciclistiche e per numero di tesserati anche donne. E’ quanto emerge da un’analisi di DAS (Generali Italia). Con 22 società ciclistiche iscritte alla federazione nazionale, la Valle D’Aosta è in cima alla graduatoria nazionale per numero di società ciclistiche in rapporto alla popolazione residente in età sportiva (1 società ciclistica ogni 4858 abitanti). La prima delle regioni più grandi è il Trentino Alto Adige, in cui si registra una densità analoga (1/5646 abitanti). L’Umbria è terza (1/8150 abitanti), incalzata da Veneto (1/8884) e Friuli Venezia Giulia (1/8922). I soli tesserati del Triveneto superano un quarto del totale nazionale (26,5%). Al sesto posto troviamo l’Abruzzo con una società ciclistica ogni 9387 abitanti, al settimo la Toscana (1/10727) e all’ottavo la Lombardia (1/11753).

Agli ultimi posti per la pratica ciclistica nel nostro Paese, ci sono le regioni del Sud. La Campania fa rilevare la performance peggiore (1 società ciclistica ogni 45715 residenti) ma non fa meglio la Calabria (1/53499). Agli ultimi posti, tra Puglia (1/27758) e Sicilia (1/24483), è posizionato il Lazio (1/27422). Il primato della percentuale di donne tesserate in rapporto al totale spetta ancora una volta alla Valle D’Aosta (14,6%) bene anche il Trentino Alto Adige (11,7%) con Bolzano (13,9%) davanti a Trento (10,1%). Seguono, sempre sotto il 10%, l’Emilia-Romagna (8,3%), il Piemonte (8%) e il Veneto (7,8%). Dall’analisi di DAS Italia emerge che la Sicilia nonostante il terzultimo posto è ai primi posti per donne tesserate (7,5% del totale tesserati nella regione). Nella classifica le regioni del Centro-Sud, nonostante i numeri assoluti ancora bassi, fanno registrare i più alti tassi di “crescita” delle società sportive ciclistiche. In Puglia, tra 2014 e 2015, si è registrato un aumentato del 12,6%. Seguono Molise (+10%), Campania (+7,8%) e Lazio (+6,5%). Nell’ultimo anno le associazioni sportive ciclistiche sono calate soprattutto in Calabria (-16,1%), Marche (-8,6%) e Friuli Venezia Giulia(-5,8%). Per quanto riguardo i numeri assoluti la Lombardia (712) batte tutti per società ciclistiche iscritte nel 2005 alla federazione nazionale, molto indietro troviamo Veneto (564), Toscana (288) e Piemonte (226). L’analisi di DAS rileva ai primi due posti per numero di tesserati sempre Lombardia (17.386) e Veneto (13.904). Il Piemonte (5.628), invece, scavalca la Toscana (5367) al terzo posto quanto ad atleti iscritti.