Veneto, irregolare 1 azienda agricola su 3

Un’azienda agricola su tre in Veneto impiega lavoratori irregolari (un tasso di irregolarità cresciuto dal 2003 ad oggi del 134%). E’ quanto emerge da una ricerca commissionata dalla Cgil di Padova e Acs ad Etifor. Il Veneto balza per questo nella classifica della irregolarità in agricoltura dal sesto posto a livello nazionale del 2009 al terzo del 2013. Il 59% delle aziende ispezionate nel 2014 sono risultate irregolari per utilizzo di lavoratori in nero (70% dei casi), lavoratori clandestini (3%), appalti illeciti (3%) o per irregolarità in materia di orari di lavoro (5%). «Quello che vediamo è che soprattutto negli ultimi anni le azienda usano l’irregolarità come strumento di concorrenza sleale contro le altre azienda. Chiediamo per questo la collaborazione anche delle associazioni datoriali per debellare il problema», ha spiegato Andrea Gambillara (Flai Cgil).