Ospedale Vicenza, Zaia manda ispettori

Quarta indagine in un mese negli ospedali veneti. Questa volta tocca al San Bortolo di Vicenza oggetto di un ispezione ordinata dal governatore Luca Zaia in seguito alla denuncia sporta da una telefonata in diretta durante la trasmissione televisiva “Prima Serata” del Consorzio reti Nordest di mercoledì 20 gennaio. «Vorrei segnalare al presidente che all’ospedale di Vicenza, reparto di oncologia, mi hanno detto che non mi faranno la visita di controllo post-operatoria perché non è più prevista, hanno avuto direttive superiori in questo senso. Come è possibile una cosa del genere?», ha detto una signora al telefono. Zaia, ospite in studio, si è subito interessato al caso ed ha voluto investigare riscontrando ulteriori casi analoghi per quanto riguarda le visite di controllo dopo la mastectomia.

«Ho scoperto che all’ospedale di Vicenza non si praticavano più le visite di controllo ai malati oncologici operati, ho trovato anche il materiale – dice Zaia al Corriere del Veneto -. Faccio le scuse a quelle signore e, d’accordo con Pavesi (dg dell’Ulss 6 di Vicenza, ndr), verranno tutte visitate urgentemente. Mando un’ispezione al San Bortolo, voglio il nome del responsabile di questa schifezza», l’ispezione sarà «puntuale e chirurgica».

Tags: ,