Bankitalia: mai sponsorizzata fusione Etruria-BpVi

La Banca d’Italia non ha sponsorizzato una fusione fra Banca Popolare di Vicenza e Banca Etruria, Lo si legge nelle “domande e risposte” pubblicate sul sito dell’istituto centrale. «L’ipotesi fu autonomamente avanzata dalla banca vicentina. La Vigilanza, come da prassi, ascoltò le ragioni di entrambe le parti per formarsi tempestivamente un giudizio ai fini dell’autorizzazione». «Ma il negoziato non proseguì perché le parti non si misero d’accordo e nessuna richiesta di autorizzazione fu mai formalmente avanzata».