Vicenza, a teatro profughi e studenti sul palco

Sedici tra studenti dell’istituto tecnico Da Schio e profughi del Centro Astalli e della cooperativa Tangram si sono esibiti ieri sera sul palco dell’auditorium dell’istituto Canova. La rappresentazione scelta è stata una rivisitazione della “Tempesta” di William Shakespeare, declinata come un racconto del viaggio via mare che i richiedenti asilo hanno dovuto affrontare per scappare dalla guerra e cercare rifugio in Europa. «Svegliatevi, nessun uomo è un’isola», è stata la morale con cui i giovani attori hanno lasciato i compagni e i professori.

Nel frattempo la prefettura di Vicenza ha pubblicato il nuovo bando per l’accoglienza dei profughi nel territorio berico. «Nella scelta degli alimenti sarà posta la massima cura nel proporre menù non in contrasto con i principi e le abitudini alimentari degli ospiti – si legge sul bando, riportato dal Corriere del Veneto – in particolare dovranno essere rispettati tutti i vincoli costituiti da regole alimentari dettate dalle diverse scelte religiose». Il bando è in scadenza il 22 febbraio e si rivolge a cooperative, istituti religiosi e qualsiasi struttura possa accogliere da un minimo di 5 a un massimo di 150 persone in provincia di Vicenza dall’inizio della primavera fino a fine anno.