Banche, M5S: a noi presidenza Commissione speciale

«Ci rendiamo disponibili ad assumere la presidenza della Commissione speciale sulle banche, perché siamo gli unici che hanno le mani libere per scoprire la verità». Lo dichiara il consigliere regionale del M5S, Simone Scarabel, che in una nota commenta i dati della Cgia di Mestre, secondo cui quasi l’80% dei prestiti erogati dalle banche italiane va alle grandi imprese. «Qualcuno penserà che questo sia ovvio, – scrive l’esponente pentastellato – ovvero che le imprese più grandi sono più affidabili e possono pagare più regolarmente. Ma non è così: circa il 78% delle grandi aziende ha problemi di insolvenza. Ecco la verità: le banche non danno prestiti alle piccole imprese, che rappresentano il 90% delle aziende italiane, ma erogano soldi ai grandi gruppi senza reali garanzie. Anzi, come sostiene il coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia Paolo Zabeo, chi riceve la stragrande maggioranza dei prestiti ha livelli di affidabilità bassissimi, per contro, chi dimostra di essere un buon pagatore riceve i soldi con il contagocce».

Scarabel lancia poi alle Pmi una provocazione: «la prossima volta che andate in banca a chiedere un finanziamento e l’istituto rifiuta il prestito, perché avete “poche garanzie”, chiedete di farvi mostrare le garanzie richieste alle grandi imprese, che hanno appena ingrassato. Non sarà che il loro potere di ottenere soldi ad occhi chiusi – conclude Scarabel- sia dato dal fatto che in molti dei Consigli di amministrazione dei principali istituti di credito italiani sono presenti quasi esclusivamente leader di grandi gruppi aziendali e manager a loro connessi? Anche per questo motivo noi ci rendiamo disponibili ad assumere la presidenza della commissione speciale sulle banche, che sarà presto avviata in consiglio regionale, perché c’è una cosa che può valere più di tutti i soldi che sono andati bruciati dalle nostre banche, ed è la verità. Credo che gli azionisti truffati meritino almeno di sapere la verità e noi ci impegneremo al massimo per ottenerla, anche perché siamo gli unici che hanno le mani libere per poterlo fare».

 

Tags: