Utero in affitto, al Senato la mamma pentita

Pittrice, organizzatrice di mostre, terapeuta a fianco di disabili e malati, ma anche madre che ha scelto la strada dell’utero in affitto per necessità. Strada che si è rivelata essere un dramma senza fine. È la struggente storia di Elisa Anna Gomez che sarà al centro di una conferenza stampa, indetta dall’associazione ProVita onlus in collaborazione con il senatore Lucio Malan, che si svolgerà oggi pomeriggio in Senato.

Nel 2006 la Gomez, in una situazione difficile, accettò di affittare il suo utero per 8000 dollari a un coppia gay desiderosa di avere un bambino: una decisione di cui si pente da allora. Una testimonianza attuale, soprattutto nel giorno del primo voto sul ddl Cirinnà che, secondo chi lo mette in discussione, darebbe nuova linfa al mercato degli uteri in affitto.

Fonte

Tags: