Treviso, negozianti contro targhe alterne

Sebbene le misure anti-smog non siano ormai più rinviabili, i commercianti di Treviso salgono sulle barricate contro le targhe alterne altre limitazioni alla viabilità. «È evidente che viviamo in un momento storico con caratteristiche ambientali molto impegnative e da qualche parte bisogna iniziare – commenta sul Corriere del Veneto Enrico De Wrachien, presidente dell’associazione di commercianti Rivivere Treviso – , siamo tutti disposti a fare sacrifici per migliorare la qualità delle nostre città ma le azioni devono essere forti ed energiche. Per cambiare aria a Treviso non servono le targhe alterne – conclude – sarebbe stato meglio investire i soldi spesi per rifare piazza Rinaldi in incentivi per sostituire le caldaie inquinanti. Provvedimenti spot hanno una valenza limitata, la politica si fermi a ragionare su cosa fare davvero, in modo efficace, per contrastare lo smog».

Tags: ,