Bp-Bpm, Tosi: «polo unico con Veneto Banca e BpVi»

«Si tratta di una grande opportunità, lo scenario delle aggregazioni bancarie è complesso e Verona è pronta a giocare un ruolo strategico non solo con il Banco Popolare, la cui fusione con Bpm è annunciata come imminente, ma anche con Cariverona che dispone di notevoli risorse fresche. Questi sono due grandi punti di forza della nostra città». Così sul Mattino il sindaco di Verona Flavio Tosi interviene sul tema del polo finanziario veneto. «Credo che noi possiamo giocare un ruolo importante nella nascita di un nuovo polo veneto -aggiunge il primo cittadino -, con l’aggregazione della Popolare di Vicenza, Veneto Banca e CariVerona. L’ideale sarebbe che questa alleanza potesse dare sostegno anche alle altre istituzioni finanziarie venete oggi in forte difficoltà».

«Mi auguro che il nuovo polo veronese-milanese prosegua nel processo di aggregazione e non si fermi alla prima tappa – conclude Tosi -. Banco Popolare e Bpm possono diventare il cuore di un’aggregazione nazionale, pronta ad intervenire nei processi di aggregazione con BpVi e Veneto Banca: bisognerà studiare attentamente le modalità di questi matrimoni ma la politica non può che sostenere un’operazione al servizio dell’intero sistema produttivo veneto».