Caccia, Finco (Lega): «agriturismi cucinino selvaggina»

«Consentiamo a chi caccia della selvaggina, rispettando le regole, di farsela cucinare da mani esperte in luoghi sicuri». Lo dichiara in una nota il capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, Nicola Finco, dove annuncia che depositerà a breve un emendamento all’articolo 7 della legge di stabilità regionale per il 2016, per porre rimedio alle lacune della vigente normativa regionale e per accogliere le richieste dei titolari degli agriturismi. «L’emendamento – continua il capogruppo leghista – prevede che la selvaggina, proveniente da regolare esercizio venatorio, fornita dal cacciatore stesso, possa essere preparata e somministrata esclusivamente a quest’ultimo e ai suoi ospiti negli agriturismo del Veneto». Questo tipo di attività in conto lavorazione sarà svolta, per non più di 20 giornate l’anno, secondo precise direttive della giunta regionale, che consentiranno, tra l’altro, la tracciabilità della selvaggina fornita dal cacciatore. «Eviteremo così – conclude Finco – che tale attività sia svolta abusivamente con il pericolo di usi impropri».

Tags: