«Barbie con la barba imbrattata? Basta fanatismo»

«Non ci basta l’Isis? Dobbiamo assistere impotenti anche in casa nostra a simili atti di fanatismo? Questa non è la Madonna. Non è un gesto blasfemo. Si tratta di un’artista che ha captato lo spirito del tempo e lo ha interpretato, anticipando di fatto la discussione in atto in Parlamento e non solo, per la regolazione dei rapporti giuridici nelle coppie di fatto». Così sul Corriere del Veneto l’imprenditore Gianluca Mech che ha deciso di pagare di tasca propria il ripristino di “Barbie Bride” (la “Barbie con la barba”) il murales realizzato dal famoso writer francese “Mto” l’anno scorso ad Arcugnano (Vicenza) e subito imbrattato. Il murales raffigura la bambola Barbie in vestito da sposa truccata da un uomo con la barba con in mano un bouquet di rose rosse e sopra la scritta, racchiusa in un piccolo cuore, “Soon in Italy” (presto in Italia).

 

Tags: ,