BpVi, bilancio 2015: raccolta a picco

Banca Popolare di Vicenza fa una pulizia finale nei conti in vista dell’aumento di capitale da 1,5 miliardi. Nei primi sei mesi del 2015 la banca registra una perdita di esercizio che si attesta su 1,4 miliardi di euro, dei quali un miliardo è l’effettiva perdita e 400 milioni i rischi sui crediti. BpVi mette inoltre a bilancio 150 milioni di euro per possibili contenziosi (alla banca sono giunti circa 3mila reclami). I ricavi core sono in leggera crescita e i costi operativi stabili. I coefficenti patrimoniali sono superiori ai minimi regolamentari (Cet 1 ratio al 6,65% e total capital ratio all’8,13%), ma la raccolta diretta subisce un crollo: si attesta infatti a 21,9 miliardi, in flessione del 23,3% su fine 2014. Cresce, invece, il livello di copertura dei crediti deteriorati, al 42,4% rispetto al 37,9% del 31 dicembre 2014 e al 41,8% dello scorso giugno. Il piano industriale conferma l’obbiettivo dell’utile netto a 200 milioni nel 2018 e 300 milioni di nel 2020.

Tags: ,