Lamon (Bl), perpetua “derubata”: prete a processo

Andrà a processo il parroco di Lamon accusato dalla Procura di Belluno di appropriazione indebita ai danni della sua perpetua 90 enne. La vicenda era emersa grazie alla segnalazione della donna che si prendeva cura dell’anziana che aveva scoperto gli ammanchi alle Poste, all’Inps e in banca. Per trent’anni il prete avrebbe gestito il patrimonio della sua perpetua trattenendone una parte e cointestandosi buoni fruttiferi postali del valore di 40 mila euro. Mancano all’appello 30 mila euro dovuti alla mala gestione finanziaria del sacerdote e 15 mila euro che erano all’interno di un conto corrente: in totale la somma di cui si è appropriato il parroco si aggira sugli 80mila euro. Il prete ha sempre negato gli addebiti spiegando che le spese erano fatte per conto della signora.

Tags: ,