A ballare in malattia. Scoperto su Facebook e licenziato

Per i suoi datori di lavoro e i colleghi era in malattia, mentre in realtà era a divertirsi con gli amici e la fidanzata in un noto locale notturno di Verona. Si tratta di un autista dell’Atv impossibilitato a svolgere il suo turno di servizio, ma sufficientemente in salute per andare a ballare in discoteca e anche per postare su Facebook le relative foto. Peccato che proprio le immagini sul social network abbiano fornito ad Atv la “prova regina” per licenziarlo in tronco. L’autista è stato così destituito dal servizio per giusta causa, ma non si è arreso, tanto da proporre subito ricorso con annessa richiesta di risarcimento danni.

Come riporta il Corriere del Veneto, in risposta all’azienda, l’autista aveva cercato di difendersi sostenendo che il medico curante gli aveva prescritto “la frequentazione di luoghi di aggregazione sociale” per prevenire l’aggravamento di un presunto “stato depressivo”. Un tentativo andato a infrangersi contro il verdetto del Consiglio di disciplina dell’azienda. Ora l’ex conducente va al contrattacco, chiedendo l’annullamento del licenziamento, la reintegrazione nel posto di lavoro e il pagamento di un’indennità risarcitoria.

Fonte

Tags: ,