Bassano, sito porno al posto del museo online

Il vecchio dominio del Museo di Bassano del Grappa è diventato un blog a luci rosse. Racconti per scambisti, dettagli “hot” amatoriali e descrizioni dai toni decisamente piccanti occupano, dallo scorso aprile, lo spazio un tempo dedicato all’arte e alla cultura bassanesi. Il fatto, come raccontato dal Corriere del Veneto, ha smosso subito gli animi dei cittadini che, sui social network, hanno manifestato sgomento e indignazione. Il sito del Museo Civico è stato riorganizzato nel corso delle precedenti amministrazioni, ma entrare nell’area “porno” è molto semplice: a indirizzare i visitatori nel sito hard è la sottile distinzione (una sola lettera) che contrassegna il vecchio dominio da quello nuovo.

Il sito-farsa ora è stato bloccato dai motori di ricerca e, quindi, i contenuti non sono rintracciabili digitando in rete la dicitura generica «Museo Bassano». Tuttavia, digitando l’indirizzo completo (www.museobassano.it) ecco che si accede al sito vietati ai minori. «Chi compie azioni di questo genere è un professionista che, attraverso espedienti di questo tipo, vuole far acquistare il dominio – ha dichiarato l’assessore alle attività economiche Giovanni Cunico -. Ora, noi come amministrazione, denunceremo alla Polizia postale l’utilizzo improprio del sito ufficiale. A marzo scadrà il dominio e noi ce ne riapproprieremo per evitare altri episodi spiacevoli».

Fonte

Tags: ,