Nuovo stadio Padova, spunta la Mantovani

Nella cordata messa in piedi dalla società Calcio Padova per realizzare il nuovo stadio c’è la Mantovani, l’azienda coinvolta nell’inchiesta della procura di Venezia sullo scandalo Mose. Proprio per risollevare le sorti dell’impresa, che fu costretta a “tansare” 6,7 milioni di euro, l’ex questore di Treviso Carmine Damiano che ora guida la Mantovani, si è reso disponibile al progetto (che prevede anche un’area commerciale da 25mila metri quadrati) per un investimento complessivo di 80 milioni. La Mantovani è interessata ad inserire nel progetto anche un hotel e degli alloggi residenziale. Oltre alla disponibilità come costruttore, secondo il Mattino. l’impresa sarebbe disponibile a mettere una quota-parte dell’investimento iniziale, diventando così socia dell’operazione. Sul coinvolgimento nell’affare la società però «non conferma e non smentisce» ancora. Fra gli altri interessati alla cordata per la realizzazione del nuovo stadio e opere annesse, ci sono Unicomm srl (gruppo Famila) e la famiglia Bastianello (Pam, Panorama e In’s).

Tags: ,