Jack-up Mose, revocato appalto

«Il jack-up? Non ha mai funzionato ed è stato consegnato oltre i termini previsti dall’appalto. Dunque, quell’appalto è revocato. E le imprese potrebbero essere chiamate a risarcire i danni». Così sulla Nuova Venezia i commissari del Consorzio Venezia Nuova che hanno firmato un provvedimento di «revoca dell’assegnazione della fornitura» alla ditta Fip di Selvazzano, di proprietà della Mantovani spa, primo azionista dello stesso Consorzio. Il jack-up, il cui costo è lievitato a 55 milioni, sarà quindi «confiscato» e acquisito dal Consorzio. La ditta costruttrice dovrà rispondere dei ritardi e del non funzionamento dell’impianto. Il jack-up doveva servire per il sollevamento delle paratoie del Mose e il trasporto dalle bocche di porto all’Arsenale. Ma non ha mai preso il largo e ora giace con una gamba rotta davanti ai Bacini di carenaggio dell’Arsenale da più di un anno.

Tags: ,