M5S a Variati: basta incarichi esterni

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato del Movimento 5 Stelle Vicenza sull’assegnazione di incarichi esterni per il mercato ortofrutticolo e la Tav. 

Si continua per la “vecchia strada”: l’assegnazione di incarichi esterni rappresenta forse l’unica coerenza portata avanti da Variati e soci, sempre a piccole “dosi” perché la cosa  passi quasi inosservata. E’ proprio necessario affidare un incarico esterno per un cancello da posizionare al Mercato Ortofrutticolo? Siamo ai limiti della farsa! Con i costi a carico dei cittadini si affida esternamente l’incarico per uno “studio di fattibilità”; non c’era miglior modo per iniziare  un progetto di ristrutturazione, progetto che la città aspetta da anni e  non più rinviabile? Nella struttura comunale o nella sua partecipata AIM Valore Città non ci sono competenze per svolgere questo incarico?

Ma il massimo dello “spreco”, in aggiunta ai soldi sprecati con Camera di Commercio e Confindustria per lo studio di fattibilità sulla TAV approvato dal Consiglio Comunale, ora carta straccia, si raggiunge con l’affidamento alla ditta Polinomia s.r.l. di Milano di un incarico  per   verificare l’impatto (devastante) con la nuova ferrovia AC/AV sul paesaggio e le implicazioni derivanti con la viabilità cittadina. Si rileva che questo studio non è a carico del Comune  (già presente nella Sia del 2003), ma dovrà essere aggiornato da IRICAV 2 e dalla stessa pagato; al Comune di Vicenza compete esaminare, accettare o respingere le proposte che saranno presentate. Per queste ragioni, si chiede altresì al sindaco di inviare alla Corte dei Conti Veneta la documentazione per accertare eventuali danni erariali che potrebbero danneggiare i cittadini.

Movimento 5 Stelle Vicenza