Padova, Fiera sull’orlo del fallimento

La Fiera di Padova a un passo dal fallimento. Dal 2012 al 2015 il fatturato aziendale si è più che dimezzato passando da 15 a 7 milioni di euro. Nello stesso arco di tempo, tutti gli esercizi sono stati chiusi in perdita: -1,3 milioni nel 2012, -500mila nel 2013, -1,3 milioni nel 2014 fino ai -2,9 milioni lo scorso anno. Nel 2015, per far fronte al buco di 1,3 milioni maturato l’anno precedente, il cda decise di non immettere nuova liquidità, bensì di ridurre il capitale sociale da 8 a 5 milioni. Come riporta il Corriere del Veneto, sarebbe rischioso effettuare nuovamente la stessa operazione poiché il passivo atteso nel 2016 potrebbe infatti essere superiore allo stesso capitale sociale.

PadovaFiere Spa è controllata per l’80% dai francesi di GlEvents e per il restante 20% da Comune, Camera di Commercio e Provincia riunite a loro volta assieme in FieraImmobiliare Spa. Il sindaco di Padova Massimo Bitonci, il segretario generale della Camera di Commercio, Fernando Zilio, e il numero uno di Confindustria Padova, Massimo Finco, accusano proprio i francesi come responsabili della situazione e vorrebbero coinvolgere capitali pubblici e privati in una nuova società (PadovaFiere Newco) con cui tenere testa a GlEvents dato che il contratto che la lega alla città del Santo scade solo nel 2035.