«Eros angioletto? Macché: un dio armato»

«Dicono alcuni che amore è un bambino, e alcuni che è un uccello, alcuni che manda avanti il mondo, e alcuni che è un’assurdità» scriveva il poeta inglese W.H. Auden, senza sbilanciarsi su quale delle quattro accezioni fosse la sua favorita. Lo scrittore Andrea Molesini, invece, sul Mattino di oggi scrive che secondo lui «bisognerebbe prendere esempio da Alice nel paese delle meraviglie» e festeggiare i non-sanvalentini proprio come la protagonista del celebre romanzo di Lewis Carrol festeggiava ogni suo non-compleanno.

Secondo Molesini, inoltre, il 14 febbraio dovrebbe essere la festa dei non-innamorati e, citando la poetessa polacca Wislawa Szymborska, aggiunge: : «Devo molto, a quelli che non amo. La gioia di non essere io, il lupo dei loro agnelli. Mi sento in pace con loro, e in libertà con loro, e questo l’amore non può darlo, né riesce a toglierlo». Perchè in fondo il dio Eros è armato di arco e frecce, sa ferire e uccidere e forse rappresentarlo come un angioletto cicciottello può essere fuorviante.