Migranti, Zaia: «Schengen non esiste più»

«La chiusura delle frontiere è da farsi in via immediata». Lo ha detto ieri il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, rispondendo ad una domanda sulle chiusure dei confini in discussione in alcuni Paesi europei per arginare i flussi di migranti. «La scelta austriaca – si legge in un comunicato – dimostra che Schengen non esiste più. Noi ci troviamo in un cul de sac, e l’unica soluzione per i profughi è aiutarli in casa loro, creare i campi di prima accoglienza in Nord Africa, garantirli, creare i corridoi umanitari ai profughi veri, e chiudere subito le frontiere in Italia».