Cipriani vs Masterchef: «Cracco & C demenziali»

Carlo Cracco, Joe Bastianich, Bruno Barbieri e Gianfranco Vissani? «Ma per carità, ho difficoltà a chiamarli cuochi, figuriamoci chef (…) Per me hanno un atteggiamento demenziale. Propongono il menu degustazione. Ma le pare che se vado a ristorante e spendo fior di quattrini posso farmi imporre quello che devo mangiare? Finita la libertà, finisce tutto. Non è più lusso, è un’altra cosa. Lo fanno per far vedere che sono bravi». Così in un duro affondo sul sito Dagospia, il patron dell’Harry’s Bar di Venezia, Arrigo Cipriani, stronca la cucina-show degli acclamati cuochi di Masterchef. La cucina italiana? «È diventata la brutta copia di quella francese – sentenzia Cipriani – . Destinata a perdere». La colpa? La «mania del designer, dei locali scintillanti senza nessuna sostanza» ma anche «la smania di apparire ha una grande responsabilità. Poi (Cracco, Bastianich e Barbieri) non si sanno neanche vestire. Portano i jeans e la giacca aperta. Nella giacca ci sono i bottoni perché deve essere chiusa».

Tags: