Patriarca Venezia: «legittima difesa? Un diritto»

«Ci sono fattispecie concrete che richiederebbero una certezza della vita umana basata su dei diritti. Deve esserci un diritto alla legittima difesa, però bisogna anche stare attenti che questo non diventi sopraffazione di chi sta sopraffacendomi». Così sul Corriere del Veneto il patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia, entra nel dibattito sulla legittima difesa dopo che il caso del tabaccaio Franco Birolo aveva sollevato un putiferio tra il vescovo di Chioggia Adriano Tessarollo e l’Associazione nazionale magistrati. «Giudicare le reazioni non è facile e non entro nel merito della valutazione, perché penso che chi giudica debba sempre considerare la realtà dell’altro: le leggi molte volte si fermano a quell’obiettività che garantisce qualcosa ma che forse non riesce a vedere nella complessità chi era in quel momento l’aggredito, chi l’aggressore e viceversa», conclude Moraglia.

Tags: ,