Detenuti malati di mente, Veneto commissariato

Convocato a Roma dal Consiglio dei ministri nella giornata di ieri, l’assessore regionale alla Sanità Luca Coletto ha ricevuto la notizia del commissariamento del Veneto a causa dei ritardi nell’allestimento delle residenze per l’esecuzione della pena per i detenuti malati di mente, che sostituiscono gli ospedali psichiatrici giudiziari ormai smantellati. Il commissario sarà Franco Corleone, già sottosegretario alla Giustizia e con una lunga storia di battaglie radicali alle spalle.

«È una decisione senza capo né coda, siamo al commissariamento per adempienza – ha dichiarato al Mattino l’assessore Coletto – comunque, al dottor Corleone garantisco la massima collaborazione e gli assicuro che da noi avrà vita facile perché la nostra Rems è già attiva e a breve sarà completata». «A Nogara – aggiunge Coletto – dal 21 gennaio, sono attivi 16 posti letto e altrettanti saranno disponibili entro maggio, per un totale di 32 rispetto ai 23 malati psichici veneti dimessi dagli Opg».