Tav Padova, ipotesi hub sopraelevato

Espandere l’attuale terminal ferroviario con una sopraelevata per migliorare l’accessibilità alla stazione facendola diventare un vero hub interzonale. Il Comune di Padova rispolvera una vecchia idea dell’amministrazione destro (2003) e si prepara a proporre il progetto sul tavolo di Rete ferroviaria italiana (Rfi) come alternativa alla costruzione del terminal dell’alta velocità a San Lazzaro definitivamente tramontato. Il nuovo progetto, basato sul modello della stazione di Roma Tiburtina, non prevede l’interramento dei binari. L’espansione per l’alta velocità riguarderà gli ultimi tre binari (9, 10 e 11) che verrebbero riservati solo ai treni veloci, e il terminal sopraelevato sarà collegato con scale mobili all’attuale stazione.

E’ prevista anche una revisione della viabilità esterna per collegare meglio il quartiere Arcella con il resto della città. Il nuovo scenario include inoltre la realizzazione della stazione per la metropolitana di superficie (Sfmr) nell’area scelta per la costruzione del nuovo ospedale e la realizzazione di un nuovo sottopasso in grado di risolvere un conflitto che riguarda l’Interporto.