Venezia, la denuncia: spinelli sul vaporetto

«Sono un’operaia che regolarmente prende il vaporetto della linea 5.1, ogni mattina. Alle 6 parto da piazzale Roma per raggiungere il Lido. Questa mattina (ieri, ndr), sono saliti a bordo alcuni ragazzi i quali si sono tranquillamente preparati alcune “canne” e se le sono fumate a bordo». Lo denuncia una cittadina in una lettera inviata alla società di trasporto pubblico veneziana Actv. «Ho subito fatto presente al marinaio e al comandante che i ragazzi in questione stavano fumando a bordo. La segnalazione non è stata presa in considerazione e i ragazzi si sono fumati tranquillamente le loro “canne” tanto che l’odore di marijuana si sentiva per tutta l’imbarcazione», continua la signora Carla Mancin nella sua missiva pubblicata sulla Nuova Venezia.

Ora vorrei chiedere all’azienda Actv il perché di tutto questo. Mi sembra che la legge vieti di fumare a bordo delle imbarcazioni specialmente se pubbliche, poi se ci mettiamo pure gli stupefacenti la cosa per me diventa ancora più grave. Cosa più assurda è che il comandante e il marinaio non siano intervenuti nonostante io abbia fatto presente che c’era qualcuno anche stava infrangendo palesemente la legge. Sono alquanto sconcertata e delusa. Pertanto chiedo alla stessa azienda di trasporto che in futuro tale pazzia non si ripeta più visto che come me altre persone pagano il trasporto pubblico anche per essere tutelate in salute e sicurezza». Da quanto è stato comunicato da Actv, nessuna relazione è stata fatta dall’equipaggio a fine servizio e non risultano provvedimenti presi nei loro confronti. Ora sarà fatta una verifica per chiarire la vicenda.

Tags: ,