Attenzione! A Padova una birra costa…300 euro

C’erano una volta due amici ventenni che decisero di bersi una birra in bottiglia tra chiacchiere e risate lungo il centro storico a Padova. All’improvviso, dalla penombra della sera, spuntano due vigili urbani che, invocando l’articolo 12 comma 1/a del regolamento di polizia urbana, decidono di multarli senza pietà. In parole più semplici: “a salvaguardia della vivibilità, del decoro, della sicurezza e della fruibilità degli spazi e per la tutela dei siti d’interesse storico-artistico-culturale della città, è vietato consumare ogni genere di bevanda alcolica nei luoghi pubblici, ad eccezione dei plateatici e delle aree prospicienti i pubblici esercizi”.

E così due ventenni si sono trovati a dover sborsare 300 euro a testa che (fortunatamente) sono stati trasformati in 30 ore di lavori gratuiti per il Comune. L’Italia non è un paese per giovani, sigh!

 

Tags: