Guerra in Libia: 4 italiani su 5 dicono no

Gli italiani non vogliono entrare in guerra. Stando al sondaggio condotto da Ixè per Agorà sul gradimento di un intervento militare italiano in Libia, infatti, l’81% del campione si dice contrario, a fronte di un 14% favorevole e di un 5% che non si pronuncia. E non è certo un mistero che è la paura di attacchi terroristici in Italia ad accentuare la contrarietà allo schieramento di forze italiane in Libia.

«Noi già siamo molto esposti per il solo fatto di essere il Paese leader di questa coalizione in formazione destinata a ripristinare l’ordine e la sicurezza in Libia. Ovviamente se si arrivasse a operazioni belliche il livello di rischio salirebbe ancora», dice all’Ansa il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Franco Roberti. «Ma anche questo dipende da una scelta, che non è una scelta facile, che deve fare poi la politica».

Fonte
(Ph. Nasser Nouri)

Tags: