Manager d’Italia, ecco i top 50

La classifica dei 50 Chief Executive Officer (Ceo) più performanti in Italia vede al primo posto Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat. Lo rivela l’indagine condotta da Harvard Business Review Italia e Insead di Fontainebleau, che hanno calcolato la classifica considerando innanzitutto due variabili: il rendimento aggiustato per settore e la variazione della capitalizzazione della società in Borsa. Al secondo posto Alberto Vacchi, presidente di Ima e candidato alla presidenza di Confindustria, seguito da Fabio De’ Longhi Ceo dell’omonima azienda. Al quarto posto Massimo Doris, Ceo di Banca Mediolanum, seguito a brevissima distanza da Piermario Motta di Banca Generali.

La graduatoria è stata calcolata per le società quotate in Borsa e non ha incluso Ceo in carica da meno di due anni. L’indagine rivela che, da quando è stato nominato amministratore delegato di Fiat SpA fino al 30 aprile 2015, Marchionne ha assicurato agli azionisti di Fiat un rendimento complessivo del 251% . Non il più alto in assoluto, visto che il secondo classificato, Alberto Vacchi di IMA, vanta un pregevole risultato pari al 1700%, ma decisamente solido se si tiene conto che la capitalizzazione di mercato di Fiat è salita di 13,2 miliardi di euro. Ecco la classifica:

 

1. Sergio Marchionne Fca 251% 13.150
2. Alberto Vacchi Ima 1700% 1.923
3. Fabio De’ Longhi De’ Longhi 605% 2.649
4. Massimo Antonio Doris Mediolanum 141% 4.372
5. Piermario Motta Banca Generali 1705 2.669
6. Giovanni Bossi Banca Ifis 5013% 998
7. Andrea Abbati Marescotti Brembo 163% 1.827
8. Federico Marchetti Yoox Net-A-Porter Group 168% 1.493
9. Francesco Caltagirone Jr. Cementir Holding 463% 972
10. Carlo Rosa DiaSorin 134% 1.783
11. Michele Norsa Salvatore Ferragamo 110% 3.266
12. Tatiana Rizzante Reply 328% 755
13. Guido Barbieri Ei Towers 114% 1.319
13. Valter Gottardi Ei Twoers 114% 1.319
15. Alessandro Cattani Esprinet 927% 433
16. John Elkann Exor 28% 6.860
17. Carlo Malacarne Snam 12% 10.481
18. Luca Bettonte Erg 104% 1.160
19. Paolo Marinsek Interpump Group 95% 1.029
20. Alessandro Foti Finecobank spa 43% 1.669
21. Alberto Sacchi Astm 104% 832
22. Pietro Salini Salini Impregilo 69% 1.004
23. Mario Greco Generali -14% 11.714
24. Giovanni Tamburi Tamburi investement partners 136% 299
24. Alessandra Gritti Tamburi investement partners 136% 299
26. Giovanni Castellucci Atlantia -16% 11.342
27. Maurizio Rota Esprinet 124% 308
28. Giovanni Rosani Cembre 245% 208
29. Brunello Cucinelli Brunello Cucinelli 49% 546
30. Aldo Mazzocco Beni Stabili 17% 779
31. Valerio Battista Prysmian -6% 1.244
32. Paolo Pierantoni Sias 8% 957
33. Mario Alberto Pedranzini Banca popolare di Sondrio 40% 637
34. Aldo Fumagalli Romario Sol 47% 358
34. Marco Annoni Sol 47% 358
36. Marco Edoardo Guida Txt e-solutions 515% 108
37. Franco Spalla BasicNet 127% 193
38. Matteo Corradi Mondo Tv 441% 68
39. Paolo Pandozy Engineering -5% 506
40. Bob Kunze-Concewitz Campari -55% 1.812
41. Carlo Grossi DeLclima 49% 205
42. Giorgio Presca Geox 3% 331
43. Stefano Cerri Astaldi -11% 361
44. Gianandrea Edoardo De Bernardis Cerved information solutions -7% 291
45. Giuseppe Perucchetti Elica 109% 92
46. Marco Patuano Telecom Italia -43% 757
47. Lorenzo Coppini B&C Speakers 129% 39
48. Romano Volta Datalogic -7% 260
49. Tommaso Cartone Banco di Desio e della Brianza 13% 170
50. Alessandro Fabbroni SeSa 9% 185

Fonte
(Ph. Fca)